La ricetta per la concentrazione: 5 consigli per mantenere alta l'attenzione

Jan 28, 2022

Una vecchia barzelletta, giocando sui doppi sensi, raccontava di un pomodoro che doveva restare ‘concentrato’. In effetti la capacità di concentrazione (e dunque di evitare le distrazioni) è un’abilità che racchiude in sé un mix equilibrato di elementi, proprio come accade quando si cucina una ricetta elaborata.

È stato dimostrato che gli adulti non riescono a restare concentrati per più di 20 minuti consecutivi ma, tuttavia, il successo dipende fortemente proprio dalla capacità di mantenere un alto livello di concentrazione molto più a lungo di una mezz’ora scarsa, poiché l’attenzione è una risorsa preziosa che permette di ottenere il massimo dalla vita, dominando la propria mente e conoscendone i propri punti di forza e debolezza. Saper essere concentrati e mantenere l’attenzione, dunque, non sono capacità così banali come si può credere ed è necessario allenarsi per poter ottenere il giusto grado di concentrazione che ci possa poi consentire una forte presenza di spirito e il raggiungimento dei nostri obiettivi e, dunque, spianarci la strada per il successo professionale.

Ecco allora gli ingredienti necessari per la ricetta della concentrazione perfetta

1. Troppi ingredienti: riduci il multitasking

Si sa, spesso le ricette semplici sono le migliori. Troppi ingredienti nella tua vita potrebbero portarti su una strada aspra e difficile. Se sei un multitasker, una di quelle persone che sembra quasi un automa, capace di svolgere innumerevoli attività contemporaneamente, beh, non sei un supereroe ma stai rischiando di fare troppo e male e sei sicuramente sottoposto a una miriade di distrazioni. Al contrario di ciò che si crede dunque, il multitasking non è sempre una cosa positiva: potrebbe essere meglio concentrarsi su una cosa per volta che farle tutte insieme.

 2. In cucina la creatività è tutto: svolgi prima il lavoro creativo

Fantasia e creatività in cucina permettono a molti chef di diventare ‘stellati’ ma, di contro, è anche l’attività più difficile e complessa. Se vuoi anche tu raggiungere il successo dorai svolgere prima le attività che richiedono più creatività e dunque più sforzo cognitivo e poi quelle più semplici, così da utilizzare al massimo la concentrazione in situazioni delicate e complesse. Dedica le prime ore del giorno a svolgere i compiti creativi e passa solo successivamente a quelli più semplici, come ad esempio eliminare le mail o pianificare i tuoi incontri.

 3. Una cucina efficiente è una cucina pulita: organizza la tua postazione lavorativa

Cucinare è di sicuro un’attività con tanti obiettivi e responsabilità e senza pianificazione e organizzazione non si riuscirebbe nemmeno a tirar fuori una ricetta decente. Allo stesso modo una postazione di lavoro caotica e disorganizzata può crearci tanta distrazione. Sulla scrivania bisogna lasciare solo lo stretto necessario, riorganizzando ciò che non serve in cassetti, faldoni, schedari, librerie ecc. Troppi oggetti superflui a portata di mano sono una potenziale distrazione.

 4. Dai importanza agli ingredienti principali: assegna le priorità ai vari impegni.

Un piatto confuso sa di tutto e al contempo non sa di niente e questo succede quando non si dà la giusta importanza a un ingrediente principale. Allo stesso modo il tuo agire quotidiano può risultare scialbo, insipido e inefficace e la cosa migliore da fare è assegnare le priorità agli impegni più importanti, urgenti e non più procrastinabili, lasciando come secondari impegni minori e meno urgenti. Sembra un’azione semplice ma, di fronte a una giornata piena di impegni, potrebbe non esserlo affatto e la nostra agenda quotidiana potrebbe apparirci disordinata e inestricabile. Pertanto dovrai assolutamente pianificare tutte i tuoi impegni e obiettivi, riorganizzando agende e calendari, assegnando le corrette priorità ad ogni task. Solo grazie a questo ordine mentale potrai districarti fra i vari impegni e restare concentrato su quelli importanti.

 5. Assaggia il tuo piatto: concediti un momento per te. 

Se in fase di cottura di una ricetta non assaggi di volta in volta, il rischio è alla fine quello di avere un piatto insipido, amaro, immangiabile. La tua vita è la stessa identica metafora, dovrai metterci sale in tutte le tue azioni, facendo sforzi e sacrifici ma se esageri, tutto quello che fai non avrà effetto. Così come avere poca concentrazione può essere un problema, concentrarsi troppo su tutto senza mai soffermarsi a riflettere, concedersi una pausa e persino premiarsi, può essere un problema che danneggia le nostre capacità di attenzione. La stanchezza, anche e soprattutto mentale, non va affatto sopravvalutata. Dunque, ogni tanto, è necessario fermarsi e gustarsi i propri risultati, assaporando le cose belle della vita non trascurando la sfera privata, così da tornare sui propri obiettivi ancora più carichi e concentrati di prima.

Upgrade Yourself

Ogni giorno, per 15 giorni, ricevi gratis un focus sulle Soft Skill, gli strumenti e il mindset per progettare o gestire la tua carriera, partendo da un nuovo modo di affrontare la quotidianità.

Dedica il tempo di un caffè alle tue Soft Skill

Ok, voglio l'upgrade!